Un pomeriggio all’Ibs+Libraccio di Firenze

Grazie a Roberta Perugini questo pomeriggio di presentazione del corso Carte ad Arte è stato particolarmente interessante. Le partecipanti si sono rivelate incuriosite e pronte a elaborare dei progetti su della carta velina. Hanno disegnato, copiato, tagliato, incollato mentre insieme abbiamo parlato dei tanti modi di costruire sculture e fare delle belle realizzazioni.

    

 

 

  

 

 

 

 

Pin It

Carte ad arte alla Rondinella del Torrino

Usare la carta per fare delle opere d’arte è una tecnica fantastica che si presta a una vasta gamma di elaborazioni per la sua versatilità e qualità intrinseche.

Tagliare, incollare, modellare, rivestire, costruire, bagnare, cucire… una ricerca sul modo di elaborare e realizzare oggetti, sculture e pitture con la manipolazione della carta. Lezioni pratiche si alternano a quelle teoriche, lettura e conoscenza di paper artists e papermakers, studio dei vari processi di lavorazione, visita ad atelier di artisti che lavorano la carta, incontri con personaggi del settore, visite a mostre ed eventi che hanno essenzialmente una corrispondenza con la nostra ricerca.

Sono previste anche brevi divagazioni su temi riguardanti la natura e di attualità come il riclico per ampliare la conoscenza e arricchire gli orizzonti personali.

Pin It

Polymorphic Romanesque

Pannello realizzato unendo diversi strati di carta velina con colla vegetale per costruire la superficie materica. Il disegno è intagliato a mano.

Il motivo decorativo rappresentato nel quadro è stato ricavato dalle formelle marmoree intarsiate che circondano l’Edicola d’Altare del pavimento dell’Abbazia di San Miniato al Monte, a Firenze, nei pressi del Piazzale Michelangelo.

Realizzato nelle dimensioni originali, il pavimento intarsiato dalle cui formelle ho tratto ispirazione risale al 1207 ed è nel caratteristico stile romanico fiorentino con motivi geometrici e zoomorfi.

Polymorphic Romanesque – cm. 87 x 3 x 87 h. – 2016

Pin It

Carta canta

Nuovi lavori dove il supporto di carta diventa come pelle al sole fitta di solchi e striature, ondulata e aggrovigliata. Solo il colore denso dell’acrilico o fluido dell’inchiostro si stende sulla superficie con segni a volte morbidi a volte duri o graffianti, formando echi di simboli, di immagini e altro.

symbol1 movement eye letter landscape galaxy

 

Pin It

“Carta ad arte” alla libreria indipendente Black Spring

invito

Concludiamo il percorso con Brunella, Anna e Sandra in una piccola mostra dei lavori realizzati durante il corso, domani pomeriggio, 21 aprile, dalle ore 18.00 fino alle 20.00 alla libreria indipendente Black Spring, a Firenze, in via Camaldoli 10. Il testo di presentazione è di Nora Segreto. Tanti ringraziamenti alla Galleria Cartavetra e alla libreria Black Spring

Pin It

Museo della Carta. Pietrabona. 26 marzo 2016

Fantastico pomeriggio pieno di sorprese. La più grande è stata la conoscenza della nostra guida al museo. Marisa ci ha fatto conoscere la vita in una gualchiera, il lavoro e il processo produttivo per fabbricare la carta, la storia e il territorio, nello specifico con il fiume Pescia. La vita sociale e gli aneddoti.

E poi ci siamo improvvisate maestri cartai.

Anna-5 Anna-3

Continua a leggere

Pin It

“Mani in carta”

Mani i carta” neonato corso di lavorazione scultorea della carta, promosso dalla galleria d’arte contemporanea CartaVetra in via Maggio 64 a Firenze, si sta rivelando un vero e proprio progetto. Già al quarto incontro sono evidenti  gli interessi e i percorsi diversi di ogni partecipante. Ecco un’esperienza ricca di novità.

Ci aspettano altre sere di lavoro con una mostra  finale che sarà sicuramente molto importante per tutte noi.

Chi ha voglia di curiosare o fermarsi a parlare con noi, può passare dallo studio il martedì sera dalle 21 alle 23!

 

20160223_225259 20160223_225407 20160223_225308IMG_6185 IMG_6186 IMG_6187 IMG_6188

Pin It